Hotel con parcheggio per visitare Firenze

Conference Hotel Florentia

Hotel per visitare Firenze

Firenze

Il Conference Florentia Hotel si pregia di una posizione strategica che lo rende il luogo ideale per un soggiorno alla scoperta della magnifica Firenze. Il nostro hotel con parcheggio gratuito per i nostri ospiti, si trova infatti all’ingresso sud del capoluogo della Toscana: facilmente raggiungibile dall’autostrada ed a pochissimi passi dalla culla del Rinascimento.
Per tutti questi motivi, il Conference Florentia Hotel diventa il posto perfetto dove soggiornare a Firenze. Che sia un viaggio di lavoro o una vacanza di piacere, da soli o in compagnia, nel nostro hotel potrete trascorrere una vacanza di assoluto relax, senza dovervi preoccupare del caos cittadino o delle zone a traffico limitato. A vostra disposizione c’è infatti un ampio parcheggio, con aree parking al coperto e all’aperto, dove è possibile anche far sostare pullman e bus da 54 posti.

A coccolare ogni ospite del Conference Florentia Hotel sarà la cordialità e l’esperienza dello staff, unita al comfort che ogni spazio della struttura è in grado di offrire. Soggiornare nel nostro albergo a Firenze sarà come sentirsi a casa propria, ma allo stesso tempo avere chi si prende cura di voi.

L’Hotel dispone di ben 328 ampie camere di tre tipologie, tutte con bagno privato. Potrete scegliere tra una delle 298 camere standard, le 23 superior oppure ancora una comoda junior suite, ideale per chi viaggia in famiglia. Tutte le stanze sono dotate di ogni comfort necessario per rendere indimenticabile il vostro soggiorno a Firenze e ricaricare le batterie dopo una giornata trascorsa a passeggiare tra i vicoli del centro storico della culla del Rinascimento, una delle mete preferite dai turisti provenienti da tutto il Mondo. Una città intrisa di storia e arte: patria della cultura italiana, da vedere e rivedere in tempi, momenti e stagioni diverse. La città madre dei sommi Dante e Petrarca. Una città dove perdervi innamorandovi.

Galleria degli Uffizi

Uno dei luoghi più affascinanti della culla del Rinascimento è senza dubbio la Galleria degli Uffizi, i cui spazi ogni giorno si riempiono di turisti da ogni parte del mondo. Un museo che custodisce al proprio interno le opere dei maestri Leonardo, Michelangelo, Botticelli, Caravaggio, Tiziano e non solo. Costruite inizialmente per mano di Giorgio Vasari nel 1560, prima con i Medici, poi con Francesco I, le Gallerie sono presto diventate uno spazio per accogliere meraviglie di ogni sorta. Una volta entrati nel museo vi perderete letteralmente tra corridoi, volte affrescate e un vero e proprio labirinto di sale stracolme di opere d’arte. Un luogo che sprigiona storia da ogni parte, che saprà riportarvi indietro nel tempo.
Una volta entrati nella Galleria degli Uffizi potrete passeggiare attraverso la Sala dei Primitivi verso il Quattrocento di Paolo Uccello, Masaccio e Piero della Francesca. E poi ancora le straordinarie opere del Botticelli, come La Nascita di Venere e l’Allegoria della Primavera. Opere che al primo sguardo vi mozzeranno il fiato, prima di ammirare la splendida Annunciazione di Leonardo, oltre a Michelangelo e il Tondo Doni. Il tutto impreziosito da un’impareggiabile vista su Ponte Vecchio e sulla Collina di San Miniato attraverso le vetrate nel corridoio della loggia.

Galleria Uffizi Firenze
Basilica Santa Croce Firenze

Basilica di Santa Croce

Luogo di sepoltura dei grandi e dei potenti di Firenze, la Basilica di Santa Croce ospita un immenso patrimonio artistico. Al suo interno si trovano infatti le tombe di Michelangelo, Rossini, Machiavelli e del pisano Galileo Galei, oltre ad un momento commemorativo al sommo Dante Alighieri. La chiesa è considerata la basilica francescana per eccellenza, ma vi colpirà sin dall’esterno, con la sua facciata in marmo policromo in stile neogotico che si affaccia su Piazza Santa Croce. Una volta entrati, sarete circondati da uno stile semplice e monumentale: tre navate divise da grandi pilastri ottagonali, oltre ad un’innumerevole quantità di opere d’arte come le cappelle di fondo con cicli affrescati di Giotto e Storie della Vita di san Francesco d’Assisi. E poi ancora la Cappella dei Pazzi, gioiello rinascimentale realizzato da Filippo Brunelleschi, e il Cenacolo. Senza dimenticare il famoso Crocifisso di Cimabue.
E chi volesse respirare un’aria medievale, non può non può perdersi la storica partita di Calcio Fiorentino. Un evento che si tiene una volta l’anno, nel mese di giugno durante le celebrazioni del patrono della città, proprio a Piazza Santa Croce.

Piazza del Duomo

Passeggiando a piedi nel centro storico di Firenze, dichiarato dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità, non potrete fare a meno di giungere nel cuore della città: Piazza Duomo, luogo dal quale in un sol colpo d’occhio potrete ammirare i monumenti principali della culla del Rinascimento.
A Piazza Duomo si fronteggiano la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, coronata dal capolavoro di Filippo Brunelleschi: la Cupola, il simbolo di Firenze. Mentre di lato alla facciata del Duomo svetta il maestoso campanile di Giotto e di fronte l’antichissimo Battistero di San Giovanni, ornato da porte in bronzo di Ghiberti e Andrea Pisano.

Cattedrale di Santa Maria del Fiore

Se avete deciso di trascorrere la vostra vacanza nella magnifica Firenze, non potrete perdervi una visita alla magnifica Cattedrale di Santa Maria del Fiore, un capolavoro del gotico italiano. La Cattedrale si pregia di una copertura in marmi colorati ed è sovrastata dall’imponente Cupola di Filippo Brunelleschi.
E poi ancora il campanile iniziato da Giotto nel 1334, la cui esecuzione fu continuata dopo la sua morte da Andrea Pisano e ultimata nel 1359 da Francesco Talenti. Osservando il campanile potrete ammirare la ricca decorazione scultorea con 56 rilievi e 16 statue di grandezza naturale nelle nicchie, opere di diversi maestri fiorentini, fra cui Pisano, Donatello e Luca Della Robbia. E dopo aver riempito i vostri occhi con le meraviglie all’esterno di Santa Maria del Fiore, concedetevi una visita al suo interno.
Qui ammirerete alcune opere d’arte importanti, come i due affreschi raffiguranti i monumenti a cavallo dei Giovanni Acuto e Niccolò da Tolentino, realizzati rispettivamente da Paolo Uccello e Andrea del Castagno.

Santa Maria del Fiore
Cupola del Brunelleschi

Cupola del Brunelleschi

Tra le tappe imperdibili durante la vostra vacanza a Firenze, c’è la Cupola del Brunelleschi: autentico capolavoro, che nel 1436 coronò la già splendida Cattedrale di Santa Maria del Fiore. La Cupola è una costruzione ardita e maestosa, dalla quale godrete un fantastico panorama sulla città e sull’intero Duomo. Una vista da mozzare il fiato, che vi farà innamorare e rinnamorare della culla del Rinascimento.
La Cupola del Brunelleschi incanta chiunque la osservi da lontano e non potrebbe essere diversamente data l’innovazione mirabile ideata dall’artista per la realizzazione. Sulla Cupola svettano la lanterna con copertura a cono e la palla di rame dorato con la croce, al cui interno sono custodite reliquie. Dall’interno, invece, ammirerete la decorazione ad affresco realizzata tra il 1572 ed il 1579 da Giorgio Vasari e Federico Zuccari.

Palazzo Pitti

Sull’altra sponda del fiume Arno, attraversando il Ponte Vecchio, altro simbolo della Città di Firenze, a piedi potrete facilmente raggiungere Palazzo Pitti, residenza della famiglia Medici, del Re d'Italia e sede di alcuni musei d'importanza fondamentale per la storia dell’arte. Palazzo Pitti è infatti uno dei complessi museali più strutturati e più belli da visitare. Il cuore del Palazzo è senza dubbio la Galleria Palatina, al cui interno si trovano opere di Raffaello, Rubens, Tiziano e molti altri ancora.
E poi ancora gli appartamenti reali. Un affascinante viaggio indietro nel tempo tra le lussuose stanze dei Medici e del Re d’Italia, luoghi dove vi sembrerà di sentire l’eco di tempi lontani in cui Firenze era il fulcro del potere. E dopo aver visitato i tanti musei ospitati da Palazzo Pitti, non potrete fare a meno di passeggiare tra i viali del Giardino di Boboli, uno dei giardini più famosi di tutta Italia. Tra i migliori esempi di giardino rinascimentale del mondo, fonte di ispirazione della reggia di Versailles.

Palazzo Vecchio

Con la sua architettura simile a quella di un castello, Palazzo Vecchio cattura subito l’attenzione di chi visita per la prima volta Piazza della Signoria. Costruito tra il 1299 e il 1314, il Palazzo si pregia di una torre alta ben 94 metri ed al suo ingresso potrete ammirare la copia del David di Michelangelo a sinistra e l’Ercole e Caco di Baccio Bandinelli a sinistra. Il fascino di Palazzo Vecchio lo rende uno dei luoghi più emblematici di Firenze, nonché altra tappa fondamentale del vostro tour nel centro storico della culla del Rinascimento.

Palazzo Vecchio Firenze
Fiorentina Bistecca Firenze

Mangiare la Fiorentina

Viaggiare a Firenze significa fare il pieno di cultura, storia, ma anche di buon cibo. Dopo aver visitato in lungo ed in largo i vicoli del centro storico della città, concedetevi una sosta per gustare una succulenta bistecca Fiorentina. Famosa in tutto il mondo, la Fiorentina è indubbiamente al primo posto dei piatti tipici della tradizione culinaria del capoluogo della Toscana e per questo deve essere mangiata almeno una volta dagli amanti della carne. Lombata di chianina o di scottona, la Fiorentina va assaporata rigorosamente “al sangue” e deve pesare almeno 1 kg. Quindi armatevi di coltello e forchetta e… buon appetito!

Mangiare la Pappa al Pomodoro

La tradizione culinaria fiorentina è un tripudio di sapori e odori. Tra i piatti tipici della tradizione contadina ci sono le zuppe, originariamente preparate con ingredienti di recupero ed oggi spesso arricchite e rivisitate e tra queste la più famosa è senz’altro la pappa al pomodoro, citata anche nel libro Il giornalino di Gian Burrasca e talmente celebre da essere cantata da Rita Pavone che le ha anche dedicato una canzone. La pappa al pomodoro è il piatto ideale da assaggiare soprattutto se visitate Firenze in inverno. Un toccasana da leccarsi i baffi!

Mangiare la Pappa al Pomodoro a Firenze

Cantucci e Vin Santo

Chiunque trascorra del tempo a Firenze non può fare a meno di provare cantucci e vin santo. Il binomio più famoso nel panorama dei dolci toscani, in cui storia e tradizione si intrecciano con racconti e leggende. Un accostamento che rilascia nel palato un sapore dolce e antico, dato dai biscotti secchi e dal vino liquoroso.
Un dessert semplice e irresistibile: il modo perfetto per concludere il vostro pasto.

Offerte speciali, promozioni e pacchetti Conference Hotel Florentia a Firenze

Offerte & Pacchetti Esclusivi

Shopping a Firenze

Prenotare una camera del resort Principe di Lazise è l’occasione perfetta per andare alla scoperta dei paesaggi del lago di Garda e delle città più affascinanti del suo territorio, con tutti i servizi di un hotel di lusso.

Tour della Toscana

Un fine settimana di coccole e benessere in SPA. Il pacchetto Wellness dell’hotel Principe di Lazise permette l'accesso ai trattamenti esclusivi del centro benessere, alla palestra e alle tre piscine.

Fuga romantica

Per una romantica evasione di coppia, le Suite dell’hotel Principe di Lazise con vasca idromassaggio privata, interna o sul terrazzo, sono un sogno ad occhi aperti.

Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere informazioni, novità e proposte a te riservate.
Hotel Conference Florentia a Firenze